Home » Convivialità » Piadina fritta vegana – ricetta

Piadina fritta vegana – ricetta

La piadina fritta romagnola ha ricette molto simili nelle diverse zone dell’Emilia Romagna e della Toscana. A Modena viene chiamata Gnocco fritto, a Bologna nota come Crescentina e in Toscana come Ficattola.
Tutte queste ricette sono accomunate da un impasto di farina di grano tenero con lievito, strutto o olio e in alcuni casi latte.
Ne prepareremo una versione vegana.

Ingredienti

  • 300 gr farina tipo 0

  • 200 gr semola di grano duro

  • 1 cucchiaio di farina di semi di lino

  • 150 gr lievito naturale licoli

  • 230 ml latte vegetale

  • 2 cucchiai di olio evo

  • 1 cucchiaio di sale

  • olio per friggere

Utilizziamo anche un pò di semola per non avere una ricetta troppo raffinata. La farina di semi di lino servirà a dare elasticità all’impasto.

Sciogliamo il lievito madre nel latte vegetale. Aggiungiamo tutte le farine e mescoliamo bene. Se serve aggiungere un poco d’acqua. Aggiungiamo il sale ed infine l’olio ed impastiamo.
Lasciamo riposare l’impasto per una notte,
Al mattino stendiamo l’impasto dividendolo in 3 palline. Noi le stendiamo a forma circolare. Lasciamo riposare un’ora e poi con una rotella dentata per pasta tagliamo l’impasto a rombi o nella forma che preferite.
Friggiamo in olio molto caldo. L’impasto si gonfierà velocemente e cuocerà in pochi secondi,
Accompagnare a formaggi vegani, arrosti, secondi oppure tagliare nel mezzo a panino per farcire a proprio piacimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website


        
          

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi